Vita da exchange student



Eccoci, sono ormai passati tre mesi da quando sono arrivata in Australia, o meglio Aussie, come la chiamano gli australiani. Il tempo purtroppo sta passando velocissimo, infatti sto pensando che mancano solamente 7 mesi al mio coming back home :(

Che dire, questi tre mesi sono stati si veloci ma ricchissimi di esperienze, novità e difficoltà; essere un exchange student non significa andare in vacanza come tutti pensano. Essere un exchange student vuol dire avere il coraggio di affrontare una nuova vita a migliaia di kilometri dalla propria casa, essere pronti a tutto, a cambiare le proprie abitudini e ad avere anche dei momenti di sconforto.
I primi mesi sono sempre quelli più complicati, perché sei appena "sbarcato" in una terra nuova, e anche se pensi di conoscere la lingua, fidati che non la conosci abbastanza! Infatti come noi in Italia abbiamo differenti dialetti, anche per le altre nazioni vale la stessa cosa. Per quanto riguarda gli australiani, beh loro adorano le cose semplici e non fare molta fatica, quindi accorciano tutte le parole e per i primi mesi potresti avere delle difficoltà nel capire tutto quello che ti dicono. Ma a parte questo sono delle persone splendide e sono sempre disponibili ed entusiasti di insegnarti il loro slang, che è davvero unico!



Come dicevo vivo dall'altra parte del mondo da tre mesi ma devo ammettere che non sento particolarmente la mancanza dei miei amici perché qui sto trovando delle persone davvero uniche e che mi porterò sempre nel cuore. Ci sono invece in particolare due cose di cui inizio a sentire la mancanza; la prima può sembrare un luogo comune ma la comodità di avere un bidet è unica. La seconda è il cibo. Dovete sapere che gli aussie amano mettere salse ovunque per avere quello che chiamano "flavour". Vi giuro, credo che non capirò il senso di dare un sapore al cibo con le salse, non è il cibo stesso ad avere un sapore? Ogni volta che mi è possibile cucino qualcosa di italiano, e, non per vantarmi, ma la mia host family ne è sempre super entusiasta.

Dal punto di vista dell'ambientamento mi ritengo molto fortunata a non aver subito lo shock culturale da cui ero stata messa in guardia prima della partenza; probabilmente il mio spirito di avventura e di adattamento e la splendida host family che sin da subito mi ha veramente accolto come un membro della famiglia, e il fatto di essere partita consapevole delle possibili difficoltà mi è stato utile a trascorrere questi mesi in modo sereno.



Questi primi tre mesi mi hanno molto cambiata, e penso che al termine di questa esperienza il cambiamento sarà enorme. Mi accorgo di questo cambiamento perché in Italia, sono figlia unica e perciò mooolto mooolto viziata mentre qui sono la terza di tre sorelle e perciò non ho alcuni privilegi che ho a casa; devo fare le cose per conto mio, ad esempio devo farmi il bucato, mi rifaccio il letto ogni mattina e svolgo qualsiasi tipo di lavoro sia necessario in casa, che sia il lavare i piatti (cosa che non ho mai fatto in Italia per via della lavastoviglie), il raccogliere la spazzature o il pulire il giardino dalle sporcizie dei cani. Sto diventando molto più altruista e disponibile di quanto non lo fossi già prima e inizio anche a pensare molto di più a mettere prima gli altri di me stessa. Mi piace notare tutti questi cambiamenti e mi piace la persona che sto diventando.

Oltre ai cambiamenti caratteriali sono arrivati anche i miglioramenti per quanto riguarda la lingua inglese. Se penso a come credevo di sapere l'inglese prima di partire, mi vien da ridere. Il mio host dad, qualche giorno fa mi ha detto "now you make sense" come a dire che ora, quando parlo, dico delle cose sensate e di questo sono contenta, perché in soli 3 mesi sono riuscita ad acquisire una buona, quasi ottima conoscenza dell'inglese e sopratutto a capire praticamente tutto quello di cui si sta parlando.



Tengo particolarmente a incoraggiare ragazzi e ragazze come me a partire per l'Australia per scoprire un mondo completamente nuovo e differente, e specialmente per vedere un sacco di animali che non troverai da nessun'altra parte. Personalmente credo che sia l'esperienza più completa che uno studente possa affrontare.

A presto,
Monica

Close
Grazie per l'interesse! Compilando questo form riceverai le informazioni richieste o sarai contattato. I tuoi dati personali saranno custoditi in ambiente sicuro e non saranno condivise informazioni con terze parti. Rimanendo nella nostra mailing list riceverai aggiornamenti, news ed offerte speciali, così come inviti a meeting informativi e incontri. Per favore, seleziona se accetti o meno i termini.